» Visualizzazione predefinita
 

Associazione Anassilaos - Incontro su "3 settembre 1943: lo sbarco alleato a Reggio"

Martedì 4 settembre alle ore 21:00 presso il Chiostro di San Giorgio al Corso l'Associazione Culturale Anassilaos propone l'incontro sul tema "3 settembre 1943:lo sbarco alleato a Reggio" con l'intervento del Dott. Giuseppe MARCIANO'...

 
3 settembre 1943 - Lo sbarco alleato a Reggio

Martedì 4 settembre alle ore 21:00 presso il Chiostro di San Giorgio al Corso l'Associazione Culturale Anassilaos propone l'incontro sul tema "3 settembre 1943:lo sbarco alleato a Reggio" con l'intervento del Dott. Giuseppe MARCIANO', Componente della Deputazione di Storia Patria della Calabria. Al centro della conversazione dello studioso reggino una pagina significativa di storia reggina, a sessantaquattro anni dagli eventi. Alle ore 4:30 del 3 settembre del 1943 (poche ore dopo a Cassibile il Generale Castellano firmava l'armistizio) aveva inizio l'operazione Baytown, in codice l'operazione di sbarco delle truppe del XIII Corpo d'armata alleato sul continente. Nessuna seri resistenza armata si oppose allo sbarco al punto che più tardi l'operazione venne definita dagli stessi alleati "la regata dello stretto di Messina". Nei giorni precedenti del resto una fitta serie di cannoneggiamenti dalla vicina Sicilia e bombardamenti aerei al fine di arrecare il maggior danno possibile alle truppe tedesche in ritirata avevano fiaccato ogni capacità militare. Così l'VIII armata britannica, i cui contingenti furono protetti da una fitta cortina fumogena e dai mezzi aerei, poterono sbarcare, senza colpo ferire, lungo la costa reggina, e precisamente a Catona, Gallico, Archi, presso il torrente Scaccioti mentre alcuni commandos sbracavano sulla spiaggia di Pentimele, sul lido comunale, nei pressi del cippo e sulla spiaggia di Calamizzi. Le batterie costiere, che in un primo momento avevano risposto al fuoco nemico, tacquero per sempre. La città, quasi vuota a causa dello sfollamento provocato dai bombardamenti della primavera-estate, era ridotta allo stremo, abbandonata da quasi tutte le autorità del precedente regime con l'unica, coraggiosa eccezione di Michele Barbaro. La stessa mattina del 3 settembre il generale Montgomery, percorrendo la via provinciale e la via Santa Caterina, entrò in Reggio atteso in Municipio dall'On.le Barbaro, ultimo podestà della Città che accolse in uniforme di alpino il generale e dall'on. Priolo membro del movimento clandestino che nella stessa giornata fu investito del potere di sindaco.

..
Aiutaci a migliorare 
la votazione è anonima e non richiede registrazione
positivoneutronegativo
Associazione Anassilaos - Incontro su "3 settembre 1943: lo sbarco alleato a Reggio"